Nella cittadina di Modugno in provincia di Bari, il 19 marzo si celebra San Giuseppe con una grande festa che sovrappone alla tradizione cristiana antichi riti pagani, con fuochi, falo’ e distribuzione di specialita’ gastronomiche.
In serata, nelle piazze cittadine, si accendono alcuni falo’ su cui vengono bruciate grandi cataste di legna ed i residui dei raccolti agricoli.

Oggi in particolare in piazza Sedile, si tiene la Sagra del Calzone di Cipolla, preparato assieme ad altre tipiche specialita’ gastronomiche.
Questa tradizione trae le proprie origini da un espisodio avvenuto sull’onda degli sconvolgimenti della Rivoluzione Francese.
Posto alla periferia sud-occidentale del capoluogo, Mondugno conta quasi 40 mila abitanti. Pur essendo oggi una citta’ a vocazione industriale, il suo centro storico mantiene la bellezza di un tempo.
In particolare è da vedere la chiesa di Maria Santissima Annunziata fondata intorno all’anno Mille.
Piazza Sedile, la principale di Modugno, situata a est del centro storico, è frutto della riperimetrazione ottocentessca dell’ex Largo Purgatorio, vicino alla chiesa di Santa Maria del Suffragio, costruita a partire dal 1639.
Su Piazza Garibaldi si prospetta invece la Villa Comunale, realizzata nel 1910 in un’area originariamente acquitrinosa, bonificata nel 1855.
Per gli amanti della natura suggeriamo una visita al Boschetto, una fetta di macchia mediterranea che sorge ai margini della citta’ in una vallata creata da una ramificazione della Lama Lamasinata.
Tre chilometri fuori dal centro abitato di Modugno, in direzione di Carbonare, si trova il Santuario di Santa Maria della Grotta, antico insediamento risalente all’ VIII secolo, quando vi era la chiesa rupestre di Santa Maria in Gryptam.
A sud-est di Modugno si trovano invece i resti del Casale fortificato di Balsignano, risalente al x secolo e del casale originale oggi si conservano le mra, una costruzione munita di torri, la chiesa di San Felice dell’ XI secolo, con pianta a croce graca, cupola e tamburo ottagonale e la chiesa di Santa Maria di Costantinopoli con affrfeschi di scuola senese.
Da Modugno vale la pena fare una puntata al capoluogo pugliese per ammirare i tanti monumenti e gli edifici storici.

L’odierno centro urbano è costituito dalla citta nuova che si estende tra la ferrovia e la costa e dalla citta’ vecchia, fra i porti nuovo e vecchio, chiusa a est dalle mura che la separano dal lungomare, con impianto urbanistico medioevale.
Qui sono concentrati i monumenti romanici tra cui la basilica di San Nicola, un viaggio davvero all’insegna dello spirito e dei sapori veri.