Tokyo è una città immensa, sovraffollata, moderna e ricca di vita, cultura e tradizione. Per visitarla in modo opportuno occorrono diversi giorni, viste anche le numerose attrattive che presenta.

Cominciamo con il Palazzo Imperiale, distrutto nella II seconda Guerra Mondiale e riedificato nel 1968, è visitabile (a parte i giardini orientali) solo in alcuni giorni dell’anno, come il 23 dicembre o il 2 gennaio.

Altro simbolo della città è il tempio Yasukuni Jinja, dedicato ai morti in guerra e nel quale si celebra l’anniversario della resa giapponese il 15 agosto di ogni anno.

Gi appassionati di giochi e consolle non vorranno perdersi il Sony Building nel famoso quartiere Ginza di Tokyo; il suo sesto piano è totalmente dedicato alla realtà virtuale.

Il tempio Miji è invece da visitare a giugno, quando la fioritura dell’iris, nel giardino Gyoen, è al suo massimo splendore; rappresenta un capolavoro di architettura Shinto ed è caratterizzato da una grande foresta.

Per rilassarsi ci si può recare Rikugi En, un bellissimo giardino, o presso i bagni pubblici Onsen, una sorta di terme presenti sia in centro che fuori città.

Per avere un’esperienza di vita reale e tradizionale, il Tsukiji Fish Merket offre un’ottima panoramica; qui è possibile acquistare pesce ed osservare come vengono svolte le più tipiche arti culinarie giapponesi.

È ora il momento dei musei, tra i quali citiamo quello nazionale, in cui sono esposti oltre 80.000 pezzi di arte giapponese, divisi tra opere calligrafiche, reperti archeologici, arte buddista e antichità; quello d’Arte Metropolitana e l’Art Museum.

Il divertimento notturno è invece garantito nei quartieri Harajuku e Aoyama, festaioli e alla moda e a Shibuya, la zona della notte per antonomasia (piena di ragazzi, con negozi e centri commerciali aperti a tutte le ore del giorno e della notte).

Concludiamo con un altro simbolo di Tokyo, la Tokyo Tower, punto panoramico della città, che si erge su di essa fino a 260 metri di altezza.