Continua il nostro viaggio nelle isole della Croazia, in pieno Adriatico: boschi che profumano di resina, distese di lavanda e altre piante aromatiche, unite al meraviglioso mare che caratterizza queste isole, sono un vero punto di forza per queste mete.

Vola in Croazia questa estate!

L’isola di Brac (o Brazza in italiano) si trova quasi di fronte Spalato (di cui abbiamo parlato un po’ di tempo fa) ed è tra le più grandi tra quelle dell’arcipelago della Croazia.

L’isola di Brac, è costituita per lo più da piccoli centri che però vale la pena visitare, non fosse altro per meglio conoscere la vera tradizione croata, che in questi piccolo centri spesso resiste intatta.

Tra i piccoli centri, dunque, ricordiamo Supetar, che ne è il capoluogo, caratterizzata dal suo passato medievale ancora visibile in alcuni edifici e chiese; Bol famosissima per le sue spiagge e per una sorta di penisola di sabbia lunga più di mezzo chilometro, ricoperta da macchia mediterranea, in continuo cambiamento per via dei “giochi” del vento. A questi due centri ormai molto attrezzati per il turismo, si contrappongono un po’ gli altri due piccoli comuni: Milna, un vecchio paese di pescatori nato in epoca barocca che oggi offre l’unico porto turistico dell’isola, e che vale la pena di visitare per via delle commistioni tradizionali in contrapposizione all’eleganza di alcuni edifici barocchi ancora presenti. Blaca, l’altro piccolo comune che si può visitare, famoso per via di alcune incisioni in alfabeto glagolitico (una sorta di “codice” creato dal missionario Cirillo e suo fratello Metodio nell’800 d.C. per tradurre e diffondere i testi sacri) ritrovate nella Caverna del Drago.

Piccola curiosità: quest’isola è famosa anche per l’estrazione del marmo bianco usato per costruire edifici come il Parlamento di Vienna, il palazzo del Reichstag a Berlino e addirittura la Casa Bianca.

Voli low cost per la Croazia!

Non vi resta, adesso, che godervi le spiagge e il mare cristallino della Croazia.

Buon viaggio!