Sorta su quella che era l’antica Tebe, la capitale storica dell’Egitto al tempo del Medio Regno, oggi Luxor è una città con un forte richiamo turistico che costituisce la principale fonte economica della regione.

In piena Valle del Nilo, a sud di Il Cairo e a nord di Assuan, Luxor è considerata un vero e proprio museo a cielo aperto grazie all’enorme numero di monumenti dell’antica civiltà egiziana giunti fino a noi, la cui bellezza lascia incantati milioni di turisti: nelle immediate vicinanze, infatti, sorgono i siti della Valle dei Re e della Valle delle Regine. Questi due siti archeologici importantissimi ovviamente anche dal punto di vista storico, sono due aree in cui per ben 500 anni sono stati sepolti i sovrani che si sono succeduti (dalla XVIII alla XX dinastia, per essere precisi) al trono dell’antico Egitto; le legittime consorti e i principi invece, sono stati sepolti in un’area vicina più a sud rispetto la Valle dei Re che è appunto chiamata Valle delle Regine. Queste due necropoli, anche se pare riduttivo definirle tali, oggi rappresentano uno dei punti di riferimento turistico di tutto l’Egitto.

Da non perdere c’è anche il meraviglioso Tempio di Luxor dedicato ad Amon (una delle principali divinità adorate dagli antichi egiziani), iniziato dal Amenhotep III e modificato da Ramses II, al quale si accede dopo un maestoso viale affiancato da numerosi sfingi dette criocefale (cioè con la testa di ariete) rimpiazzate in alcuni casi, nel corso dei secoli, da sfingi con la testa umana: si arriva così al portale alto 24 metri che vi permetterà di accedere ad un corridoio lungo 100 metri lungo il quale potrete ammirare, tramite rilievi su pietra, le gesta di uno dei faraoni più importanti e più conosciuti, Ramses II. L’attività egiziana, da questo punto di vista, è stata talmente prolifica che fino alla fine degli anni ottanta, sono state ritrovare all’interno del tempio, alcune statue ora esposte al Museo di Luxor e chissà quanto altro ancora rimane da scoprire.

Per la sua posizione, Luxor oggi rappresenta anche il punto di partenza per molte crociere sul Nilo.

Buon viaggio!