Il tormentato stato di El Salvador, il più piccolo e il più densamente popolato dell’America centrale, oggi si rialza dagli anni bui del secolo scorso e si apre faticosamente anche ai turisti, che qui dovranno avere un po’ di prudenza in più.

Trovandosi nell’altro emisfero, il periodo migliore per visitarlo è tra novembre e aprile: la temperatura è gradevole e la maggior parte delle feste e delle manifestazioni avvengono proprio in questo periodo dell’anno.

Affacciato sul Pacifico, offre spiagge meravigliose specialmente sulla Costa Bàlsamo in cui tra l’altro non mancano i resort a 4 stelle, se avete intenzione di fare un bagnetto nell’oceano! La spiaggia La Libertad ad esempio, che è quella più vicina alla capitale, costituisce un forte richiamo per chi ama praticare il surf.

Se invece volete tuffarvi nella vera vita, e volete girare la nazione, partite da San Salvador, la capitale: in effetti troverete ben poco da “ammirare” e molto per riflettere. Sulla Plaza Barrios, la piazza principale, si trova la Catedral Metropolitana che è certamente il simbolo della città; poco distante troverete lo sfarzoso Teatro Nacional. Vi sarà possibile visitare il Museo Macional “Guzmàn” che custodisce importanti reperti storici e da non perdere c’è anche il Jardin Botanico, che nasce su un vecchio cratere vulcanico che oggi ospita varietà di piante anche rare.

La vostra immersione nella quotidianità di San Salvador continua nei due mercati importanti il Mercado Ex-Cuartel, dove si trovano prodotti d’artigianato, oggetti in ceramica e stoffe lavorate a mano, e il Mercado Central dove si vendono praticamente tutti i tipi di prodotti!

Altre mete interessanti di El Salvador, sempre per chi vuole toccare con mano il vero spirito del paese, sono senza dubbio la Foresta pluviale di Montecristo che si trova all’interno del Parco Nacional Montecristo, al confine con gli stati di Honduras e Guatemala: le piante enormi con foglie gigantesche che non lasciano filtrare il sole, vi lasceranno a bocca aperta, forse più del caldo e dell’umidità!

Infine un po’ di storia, con le Rovine di Tazumal vicino Chalchuapa, che in realtà mostrano solo una parte della città coperta dall’edilizia presente: pare che i reperti mostrino come già nel 5000 a.C. ci fossero insediamenti nella zona.

Una meta un po’ diversa, per viaggiatori… più esigenti.

Buon viaggio!