Ecco nell’estremità sud-occidentale della Germania, sulle rive del fiume Dreisam, la cittadina di Friburgo, una delle principali città, della regione di Baden-Wurttemberg.

Nata nel 1120, quando gli Zahringer, la fondarono unendo dei piccoli insediamenti nelle zone dell’odierna Aldstadt e Oberlinden, oggi Friburgo, conta ben 200.000 abitanti.

Una città di antica fondazione, oggi importante centro culturale, grazie all’università ma anche importante centro di coltivazione della vite, con la produzione dei migliori vini tedeschi.

Ma ecco uno scorcio sui monumenti da ammirare nella cittadina:

  • la Cattedrale Gotica: il principale edificio religioso di Friburgo, posto nell’omonima piazza;
  • ·        il Museo Agostiniano ed il Museo d’Arte Moderna: raggiungibili percorrendo la Herrenstrasse;
  • ·        Piazza dell’Università: che ospita la la Vecchia Università, la Statua di Schwartz, il Rathaus ossia il Municipio e la Chiesa di San Martino;
  • la Nuova Università: sita più a sud della piazza;
  • Haus zum Walfisch, ossia la casa della balena: un particolare edificio color mattone, con il portone in ferro battuto;
  • il Museo di Scienze Naturali ed etnologia: allestito nell’ex convento Adelhausen.

Tra le escursioni possibili nel territorio, ecco quindi alcune proposte particolarmente caratteristiche ed interessanti:

  • ·        Schlossberg: da Friburgo, andando verso nord-est si trova lo Stadtgarten, sulla collina di Schlossberg, su cui si può salire grazie alla caratteristica funivia ed ammirare un bellissimo panorama della città;
  • Foresta Nera: fuori Friburgo, a sud, si trova l’affascinante Foresta Nera;
  • Centri termali di Baden: con il Parco delle Terme ed il famoso Casinò;
  • Bad Herrenalb e le belle cittadine di Pforzheim: rinomate per i mastri orafi;
  • ·        Villinger: nota località di villeggiatura estiva.

Nel territorio, si possono degustare le tipiche specialità della cucina tedesca, prime fra tutte quelle a base di carne e di verdura ma anche i famosi frutti di bosco della Selva Nera e quindi i dolci tipici e i vini della regione, tra cui si ricordano il Riesling, originario della vicina Alsazia, il Sylvaner, il Muller-Thurgau e l’acquavite nelle diverse versioni, ad esempio nella classica ciliegia, oppure di patate, di prugne, di pera o di lamponi.

Da non perdere quindi per i golosi la tradizionale e tipica merenda della Foresta Nera, che consiste in un pezzo di prosciutto affumicato al legno di abete, accompagnato con un pezzo di pane casereccio, cotto in forno a legna ed un bicchiere di acquavite!

Buon appetito e … buone vacanze!