Gioiosa Marea, situata lungo la Costa Saracena, nel tratto di costa siciliana compreso tra il promontorio di Capo Calavà e la baia di San Giorgio, regno di antiche tonnare, fino alle spiagge di Piratino Mare e Brolo e la fiumara di Naso, è un luogo assolutamente da scoprire … Spiagge calde, colorate e vivaci, con un entroterra ricco di storia, bellezze naturali ed artistiche, incastonate in paesaggi assolutamente unici ed ambienti incontaminati.

Un territorio con ove l’estate è calda ma l’inverno è mite ed il clima è influenzato dalle calde correnti africane, mitigate dalle benefiche brezze marittime.

Una splendida località, per una vacanza tutta italiana, una tappa assolutamente irrinunciabile, con una spettacolare alchimia di colori, tra il blu intenso del mare e le sfumature cromatiche della macchia mediterranea.

Chiamata ai tempi degli antichi Romani come Joiusa, vede il suo nome legato ad un secondo paese Gioiosa Guardia, che sorgeva sul Monte Meliuso ma fu abbandonato dopo il terremoto del 1783 e la seguente carestia, a favore della nascita sulla costa di Gioiosa Marea!

Assolutamente da vedere nel territorio:

• la grotta di Gioiosa Marea: formata da tre vani, collegati tra loro da stretti corridoi e cunicoli, che si presume conducano ad altre numerose cavità e vani oggi ancora segreti;

• la Torre di Vinciguerra o castello di Gioiosa Guardia: ad opera di Vinciguerra Aragona del 1366, che sorge a 800 metri sopra al livello del mare, su una naturale posizione fortificata;

• la chiesa di Santa Maria delle Grazie: del diciottesimo secolo;

• le rovine del castello Aragonese sul Monte Meliuso;

• la Tonnara nella vicina S. Giorgio.

Gioiosa Marea offre poi una vastissima scelta di locali diurni e notturni, ove accanto alle proposte di intrattenimento, quali sagre, serate in discoteca all’aperto, teatro e musica è possibile gustare le pietanze tipiche della zona, con una particolarissima cucina contadina e marinara.

Ecco a riguardo, alcune tipiche ricette, per preparare il palato:

 spaghetti ca’ nnunnata, ossia spaghetti con pesciolini bianchetti, con aglio, prezzemolo, e olio d’oliva;

 maccheroni al sugo di maiale;

 castrato alla brace;

 salumi caserecci;

 la pasta reale, con farina di mandorle, zucchero e vaniglia.

Non mancano poi i manufatti tradizionali della Sicilia ed in questo caso della tipica cittadina, come tappeti, cuscini, copriletto, lenzuola, asciugamani, tovaglie e strofinacci decorati e lavori all’uncinetto tunisino dipinti a mano.

Insomma, per una vacanza alla riscoperta dell’Italia: Gioiosa Marina è il posto giusto!