Quando uno pensa ai laghi solitamente ne ha un’immagine malinconica. Ebbene con la bella stagione il Lago di Garda si rivela una meta turistica che ha poco da invidiare ad alcune località balneari italiane. Il modo per godere appieno della natura di questo lago, che passa con disinvoltura dalla pianura ai monti, ma sempre mantenedo una certa finezza quesi retrò, è vederlo in battello. Il lago è infatti servito da una flotta di imbarcazioni di trasporto pubblico che fanno la spola tra Desenzano del Garda e Riva, fermandosi in tutti i centri più importanti, il che lo rende adatto ad essere meta di chi vuole fare una piccola crociera.

Si parte da Desenzano, il centro “giovane” del Lago, con i suoi stabilimenti balneari, le sue discoteche e locali chic, e si salpa alla volta di Sirmione altro centro che merita di essere visitato, con le sue terme, il castello e d i suoi vicoletti. Lungo la navigazione si incrociano le barche dei privati, e si passa vicino a centri più piccoli fino ad arrivare a Salò. Nel frattempo le montagne iniziano ad alzarsi, e l’architettura dei paesi cambia: si fa più austera, meno balneare e più portuale. Salò stessa ricorda maggiormente una città dell’entroterra piuttosto che una lacustre,e per capirne il passato bisogna addentrarsi nelle sue vie. Altra fermata da non mancare è quella di Limone sul Garda, paesaggisticamente bellissima ed ancora diversa rispetto a Desenzano e Salò.

Quando il traghetto giunge a Riva del Garda, ci si scontra con la possenza delle montagne del Trentino, che ora racchiudono il lago, che a Desenzano si estendeva ai lati e di fronte a perdita d’occhio; il paese assume un’architettura più montanara ed anche l’idea di turismo balneare è differente, mentre sembrano spopolare le attività da fare in montagna, quelle di navigazione,  e le visite nei luoghi storici di cui sono ricche le zone limitrofe. Infine ci si può spostare verso Lazise,  paesino molto romantico sulla sponda veneta del lago.

I prezzi dei biglietti dei battelli variano a seconda del chilometraggio: Per avere un’idea Desenzano-Riva del Garda andata e ritorno aggiornato al 2009 costa circa 22 euro.

Il viaggio da una parte all’altra del lago è molto lungo ed è consigliabile affrontarlo in più giorni per godersi al meglio la rotta. Per farlo non si ha che l’imbarazzo della scelta sulle possibilità di pernottamento: si va dal Bed e Breakfast, all’hotel tre stelle, fino agli hotel più costosi. Ogni paese ha locali, ristoranti, pizzerie, negozi e botteghe, nonchè i punti di informazione. Se temete che l’acqua del lago non sia troppo accogliente, optate per un hotel con piscina o raccogliete informazioni sulle piscine locali. Infine se temete la noia…dimenticatela, sempre sul lago c’è anche la madre di tutti i parchi divertimento: Gardaland.