Una tendenza recente in ambito turistico è quella dei viaggi estetici: cosa significa? E’ una forma di viaggiare scelta da molti turisti che si recano in un altro Paese per sottoporsi ad interventi estetici e di chirurgia plastica a basso costo.

Il principio è lo stesso di quello che spinge i viaggiatori ad usufruire di prestazioni odontoiatriche in Tailandia o nell’Est Europa: negli ultimi anni però sono notevolmente aumentati i servizi richiesti e non si limitano più al settore medico ma si concentrano soprattutto sui ritocchi estetici. Una delle mete più ambite per questo tipo di viaggi è l’Africa: ci sono addirittura agenzie che offrono pacchetti all inclusive safari+lifting+liposuzione. Ovviamente il motivo che spinge ad abbinare vacanza e trattamento estetico è di natura economica: il risparmio può essere anche notevole ma le strutture e i servizi offerti sono affidabili?

Chi garantisce per la salute del nostro corpo? In effetti molti esperti di chirurgia estetica in Italia sconsigliano di prendere parte a questi viaggi invitando ad affidarsi solo a chirurgi di comprovata professionalità. Se però siete decisi a sottoporvi ad interventi di questo tipo all’estero seguite alcune accortezze: informatevi sulla competenza dei medici attraverso il sito dell’Ipras, effettuate ricerche sulla clinica consultando il sito della Federazione Mondiale di Chirurgia Plastica. E’ buona regola inoltre documentarsi in anticipo sulla normativa sanitaria del Paese di destinazione. E’ consigliabile infine stipulare un’assicurazione medica che copra certi trattamenti.

Ultima avvertenza: il fatto che questi trattamenti vengano abbinati ad una vacanza non deve essere un motivo per sottovalutarne l’importanza, non dimenticate che si tratta pur sempre di interventi chirurgici che richiedono convinzione e preparazione psicologica per poter essere affrontati serenamente.