Dal 4 al 6 marzo torna Buon Vivere, fiera dedicata alle eccellenze enogastronomiche nel nostro Paese. Un ottimo motivo per scoprire le architetture romaniche della citta’ emiliana.

Vetrina delle produzioni enogatronomiche tradizionali piacentine, aperta ai prodotti tipici di altri territori nazionali, Piacenza “si apre al mondo”.
Giunta alla quarta edizione, la fiera del Buon Vivere, espone i prodotti tipici italiani, dai salumi ai formaggi dai vini, alle marmellate, rivolgendosi al consumatore che sceglie con competenza e attenzione alla qualita’.
Situata nella Pianura Padana, fra l’Emilia e la Lombardia, sulla riva destra del Po, Piacenza risente sensibilmente dell’influenza di Milano, alla cui regione economica appartiene per molti aspetti e alla quale ha spesso legato i propri destini.
Capoluogo dell’ononima provincia, Piacenza dispone di un ragguardevole patrimonio artistico, frutto della storia millenaria che l’ha caratterizzata.
Il duomo, edificato tra il 1122 e il 1233, dedicato alle sante Giustina e Maria Assunta, è un importante esempio di architettura romanica.
Vale la visita anche la basilica di Sant’ Antonio, patrono di Piacenza, altro interessante esempio di architettura romanica, caratterizzato da una grossa architettura ottagonale.
Anche la basilica di San Savino vanta interni in stile romanico lombardo cosi’ come vanta un grande valore storico Palazzo Gotico affacciato su Piazza Cavalli dove svettano anche i bronzei Monumenti Equestri, con molta probabilita’ le opere d’arte piu’ famose ed ammirate di Piacenza.
Fra i suoi numerosi palazzi storici, la citta’ vanta il piu’ significativo, Palazzo Farnese affacciato su Piazza Cittadella, a fianco dei resti di un grande fortilizio eretto nel 1373 da Gian Galeazzo Visconti di Milano, all’epoca signore di Piacenza, di cui rimangono il mastio, due torriii e cortine murarie.
L’edificio fu voluto a meta’ del Cinquecento da Ottavio Farnese e dalla moglie Margherita. I lavori iniziarono nel 1558 ma il complesso non fu mai terminato: quanto se ne vede oggi è la meta’ del progetto originale. Al piano terra e al primo piano, due logge si affacciano sul cortile interno. Oggi Palazzo Farnese ospita i musei civili e varie rassegne culturali.
Piacenza infatti è la citta’ ideale per riunire insieme rassegne gastronomiche a rassegne culturali unite alla magia della notte, illuminata di vecchi sapori magici.