Queste due regioni, decisamente tra le più quotate tra i turisti italiani e non, sono anche due regioni al passo con le esigenze di chi tutti gli anni le “invade” per godere di patrimoni culturali e ambientali ineguagliabili.

La Toscana e la Sardegna, quest’anno, hanno aggiunto al loro già nutrito carnet di iniziative e servizi, altri due tasselli a disposizione del turista.

In Toscana, al via il servizio gratuito “lo specialista in vacanza” che si può contattare tramite il numero verde 800 77 66 62, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18. Nella fascia oraria che va dalle 16 alle 18 il servizio mette in contatto i cittadini con i vari specialisti che aderiscono al programma, per chiarimenti e suggerimenti su come affrontare i disturbi intestinali che pare siano un problema per quasi otto milioni di persone solo in Italia: per questo, la necessità di istituire un call center che garantisca anche durante il mese delle ferie per eccellenza, un contatto con i medici senza doversi muovere.

Di altra natura è l’iniziativa che prenderà il via ad agosto in Sardegna: l’attivazione dei primi venti hot spot distribuiti tra aeroporti, porti e località di forte interesse turistico per poter navigare wi-fi seduti al bar o distesi al sole. Questi punti d’accesso, saranno disponibili tramite registrazione che può essere effettuata dal cellulare, o più semplicemente nei punti informativi. Si potrà navigare gratis un’ora al giorno (non necessariamente continuativa): il servizio verrà incrementato successivamente con altri cinquanta punti e resterà attivo tutto l’anno.

La stessa iniziativa è stata adottata dal Comune di Venezia e dalla Provincia di Roma, ed è già disponibile in molti stabilimenti balneari della Provincia di Imperia.