Di nuovo in Portogallo, o meglio a largo del Portogallo per scoprire uno dei Patrimoni dell’Umanità meta di moltissimi viaggiatori in cerca di relax, mare ma anche tappa per gli appassionati della natura e per chi ama l’ecoturismo.

I boschi dell’Isola di Madeira, infatti, sono stati dichiarati Patrimonio dell’Umanità proprio perché grazie al clima umido ma non troppo caldo, si è sviluppata e mantenuta una flora assolutamente speciale con una biodiversità molto poco comune: il fatto che le isole dell’arcipelago di cui Madeira fa parte siano per lo più disabitate forse, rende più semplice il compito della natura.

L’isola di Madeira è accarezzata dalle acque della Corrente del Golfo, con estati calde e inverni miti: ciò la rende una meta turistica incantevole tutto l’anno.

Come accennato prima, oggi vi vogliamo proporre una Madeira un po’ diversa dal solito: quella dei parchi naturali.

Vola a Madeira!

Grazie all’ecosistema dell’isola, sono presenti specie di piante e fiori tropicali di rara bellezza: per salvaguardare questo patrimonio naturale nel 1982 è nato il Parco Naturale di Madeira, classificato come Riserva Biogenetica.

Il Parco si estende su circa due terzi dell’isola, ed è diviso in riserve naturali, paesaggi protetti e zone ricreative: la Reserva Natural das Ilhas Desertas ad esempio, che si trovano a circa 22 miglia a sud est della città di Funchal, rappresentano l’ultimo rifugio nell’Oceano Atlantico della foca monaca del Mediterraneo (Monachus monachus). La presenza di questi mammiferi è stato il motivo principale per creare l’area protetta delle Isole Deserte, e nel 1992, è stata classificata come Riserva Biogenetica dal Consiglio d’Europa.  Alcune delle misure imposte per preservare la riserva sono il divieto totale della pesca subacquea, come il divieto di navigazione nella parte meridionale della riserva. Per ancorare una barca o visitare il la riserva in generale è necessario ottenere una credenziale dal parco di Madeira.

La Reserva Natural da Ilhas Selvagens invece, è composta da due gruppi di piccole isole, Selvagem Grande e Selvagem Pequena. Ci troviamo a circa 180 miglia da Madeira. La riserva è stata istituita nel 1971 ed è una delle riserve naturali più antica del Portogallo: sull’isola non è mai stato introdotto alcun tipo di erbivoro per cui del novanta per cento delle specie che rappresentano il patrimonio di fiori selvatici, dieci sono endemiche. Queste isole sono note anche come “santuario” degli uccelli per via delle condizioni climatiche ottimali per gli uccelli marini che qui  nidificano.

Voli low cost per Madeira!

La Reserva Natural Parcial do Garajaua, istituita nel 1986 e situata sulla costa sud di Madeira, è una riserva marina fantastica. Tra la fauna che può essere vista qui, ci sono alcuni pesci di grandi dimensioni, come ad esempio il Mero (Guaza Epinephelus) che in pratica è la Cernia Bruna, e la manta (Manta birostris), oltre ad una varietà di altre specie costiere. La passività dei pesci abituati a convivere con i sub, permette libertà di nuoto tra loro, con ottime opportunità di fare fotografie subacquee. Ovviamente, all’interno della riserva è vietata ogni attività di pesca e anche la navigazione è limitata.

[CONTINUA]