Tappa da non saltare ma anzi da programmare per bene se si viaggia verso le isole greche, è certamente una visita all’isola di Rodi la più grande dell’arcipelago del Dodecaneso.

Patrimonio dell’Umanità grazie a ciò che resta della città medievale, Rodi è famosa da sempre grazie anche al Colosso, una statua raffigurante il dio Helios ricordata come una delle sette meraviglie del mondo: le sue mitiche origini hanno diverse versioni, una delle quali racconta che l’isola nacque dall’unione del dio Helios e dalla ninfa Rodi. Abitata già nel Neolitico, invasa da Achei, Persiani, Romani, Ottomani, l’isola racconta ancora la sua storia attraverso gli splendidi edifici e le rovine, che vi permetteranno di fare un salto indietro nel tempo.

Voli a Rodi da € 97!

La parte antica della città di Rodi (omonimo capoluogo), circondata dalle mura medievali, testimonia anche la grandezza e la fama di cui ha goduto l’isola nel V secolo: roccaforte dei Cavalieri di Malta poi divenuti Cavalieri di Rodi, grazie a loro la città fiorì per poi cadere in mano turca. Passeggiando per le viuzze, è possibile vedere le Case dei Cavalieri, l’Ospedale dei Cavalieri, e altri splendidi edifici che si affacciano sulla Via dei Cavalieri di San Giovanni. La Moschea di Solimano il Magnifico, testimonia il passaggio non tanto breve dell’impero ottomano.Imperdibile, dal punto di vista storico e artistico, è il Museo Archeologico che custodisce l’Afrodite di Rodi e la Testa di Helios. Nella parte nuova della città invece, troviamo l’acropoli in cui è possibile vedere uno stadio che risale al II secolo, oggi restaurato, e il tempio di Apollo Pizio. Per fare un salto più lungo indietro nel tempo, dobbiamo visitare Lindos e il tempio di Atena, uno tra i più importanti siti archeologici dell’intera Grecia.

Ma le sorprese di Rodi non sono finite: l’isola è infatti molto interessante anche dal punto di vista naturalistico. Ad esempio molto suggestiva è la spiaggia di Prassonissi, punto in cui il mar Egeo e il mar Mediterraneo si incontrano. Per via delle maree, la spiaggia cambia spessissimo forma restando sempre una sorta di “spartiacque” tra i due mari: piccolo paradiso per gli amanti del windsurf. Altro spettacolo unico è possibile osservare nella Valle delle Farfalle: in questo luogo quasi magico, nel periodo tra giugno e settembre, si addensano migliaia di farfalle attirate dal profumo della resina degli alberi. Il parco è aperto alle visite, nonostante la folla abbia, negli anni, disturbato questo equilibrio delicatissimo.

Non dimentichiamo che Rodi è un’isola, e quindi circondata da spiagge splendide come ad esempio a sud della costa orientale quella che si trova tra Plymmiri e Genadi che con i suoi 11 km, unisce due località turistiche molto gettonate che hanno saputo mantenere però la loro identità. In zona, è possibile visitare il monastero più antico dell’isola (Moni Tari) magari per fare una pausa nelle ore più calde della giornata.

Rodi è raggiungibile in aeroporto, che si trova a 13 km dalla capitale, grazie ormai ai tanti voli low cost attivi anche dall’Italia.

Voli low cost per Rodi!

Buon viaggio!