Tra l’arcipelago eoliano, Lipari è la più grande e la più importante dal punto di vista amministrativo: il suo nome, dal greco lipara per estensione significa fertile, ricco.

La storia di Lipari ha radici molto antiche: greci, romani, bizantini, saraceni e normanni hanno solcato queste terre e lasciato innumerevoli segni del loro passaggio, ravvisabili oggi in zone ben precise dell’isola (come ad esempio la frazione di Pianoconte, prima Piano del Conte in riferimento al Conte Ruggero Altavilla che conquistò le Eolie), reperti archeologici, monumenti e chiese di straordinaria bellezza che molto spesso non vengono considerate dai turisti alla ricerca di sole, mare, e vita mondana. Ad esempio il Castello di Lipari che si trova nel centro storico, è il frutto di numerosi rimaneggiamenti avvenuti in varie epoche ma esiste ancora una torre che faceva parte delle fortificazioni greche, su cui poi è stato costruito tutto il resto; anche la Cattedrale Normanna ha subito variazioni nei secoli e infatti presenta una facciata barocca. A fianco, ci sono ancora i resti dell’Abbazia normanna.

Da questa rocca che domina l’isola, si possono ammirare le coste per lo più rocciose e frastagliate, l’insenatura a nord di Marina Corta considerata una delle piazze più belle dell’arcipelago eoliano e quella a sud di Marina Lunga: in queste due frazioni, approdano aliscafi e traghetti che arrivano dalla Sicilia e partono le imbarcazioni per le escursioni sulle altre isole. Sempre vicino Marina Corta, esiste una spiaggia molto famosa e molto bella chiamata Praia di Vinci, gettonatissima dai turisti.

La natura vulcanica dell’isola qui è particolarmente evidente come nella Valle Muria caratterizzata dalle rocce rosse (e da un’altra meravigliosa spiaggia), o come nel versante nord-orientale caratterizzata invece dalla pietra pomice e dall’ossidiana.

La spiaggia più bella, o almeno così considerata da molti, è la Spiaggia Bianca caratterizzata da questo colore dovuto alla derivazione dalla pietra pomice: ci si arriva seguendo le indicazioni per la frazione di Acquacalda e una volta arrivati resterete incantati dal contrasto provocato dal colore della sabbia e dal colore turchese del mare. Se volete trovare un posticino magari sulla battigia, vi consigliamo di andare di buon mattino perché durante l’estate è letteralmente presa d’assalto dai turisti, altrimenti, raggiungetela in barca e godete del mare un po’ più a largo.

Buon viaggio!