riviera-romagnolaNon è sempre detto che si debba spendere una follia per soggiornare in luoghi molto apprezzati come la Riviera Romagnola.

Basta prestare attenzione a certi particolari ed essere almeno un po’ adattabili. Per prima cosa bisogna scegliere la sistemazione. Innanzitutto è bene valutare quale più si addice al tipo di persone con cui si va in vacanza, al tipo di attività che si vogliono fare, ed ovviamente in relazione al budget.

Se l’idea è di rilassarsi, staccare la spina, rallentare i ritmi, allora può essere indicato un hotel con pensione completa, nel quale non ci si debba preoccupare di preparare i pasti o di dove andarli a consumare e le pulizie degli ambienti vengono effettuate dal personale.Se invece si progetta una vacanza frenetica, per cui è bene non avere vincoli di orario soprattutto per i pasti, allora sono indicati i B&B o Garnì, e gli alberghi che offrono questo servizio.

Se poi si è in famiglia, o in un buon numero di persone, può essere utile in questo caso pensare ad un appartamento in affitto.Questa soluzione, rispetto al B&B consente potenzialmente di risparmiare anche sul costo del cibo: la spesa per una settimana di vacanza è teoricamente meno cara del costo di una settimana di pranzi e cene in locali.Per quanto riguarda la spesa economica per il soggiorno è utile tenere presente che gli hotel nelle zone limitrofe delle località rinomate costano meno rispetto a quelli situati all’interno di queste.

Ognuno di questi paesi, dai lidi ravennati a Gabicce Mare è dotato di propri servizi: supermercati, farmacie, guardia medica, pizzerie, ristoranti. Il turista non tema quindi di essere “tagliato fuori” dalle comodità delle località più rinomate. Se si desidera poi spostarsi nei grossi centri vi è la possibilità di farlo anche senza automobile: le località sono collegate fra loro dal trasporto pubblico e dai treni regionali che fanno tappa in ogni stazione tra Ravenna e Rimini fino a mezzanotte. Se non si è pigri si possono utilizzare le biciclette, noleggiate oppure incluse nei servizi degli hotel, per spostarsi tra le varie località  che spesso non distano più 6 km tra loro.

Per risparmiare sul costo di ombrellone e lettini, almeno che non si decida di utilizzare le convenzioni scontate che offrono alcuni hotel con gli stabilimenti balneari, si può optare per la spiaggia libera. In questo caso l’unico investimento da fare prima di partire è in un buon ombrellone. Infine, sempre parlando di sconti, è bene informarsi negli hotel e negli stabilimenti balneari sulla possibilità di ottenere coupon o card per l’ingresso scontato ai parchi divertimento.