Sulle sponde del Rodano e della Saone, ecco Lione, snodo tradizionale tra la Francia del nord e quella sud, con ben 420.000 abitanti.

Antica colonia romana, risalente all’età di Giulio Cesare grazie ad un fiorente commercio della seta, è composta da numerosi edifici e reperti storici a testimonianza della ricchezza della città e dell’aumento della popolazione, … fino ad essere oggi, la cittadina che è !

Il clima tipico delle zone montuose, la rende una cittadina visitabile tranquillamente per 365 giorni l’anno anche se è preferibile il periodo intorno a fine primavera o inizio autunno.

Ma ecco quindi una panoramica delle attrazioni della zona di Lione:

  • il Théatres romains: in questa zona si trovano ben due anfiteatri di origine romana;
  • il Grand Théatre, che risulta essere il più antico teatro francese di origine romana presente nel territorio;
  • il Musèe de la Civilitation Gallo-Romaine: espone numerosi oggetti tra cui monete, mosaici, statue e  iscrizioni, che testimoniano la vita di Lione durante il periodo della colonizzazione romana;
  • la Cathédrale St-Jean: la cattedrale della città, costruita intorno al XIII secolo, caratterizzata da un orologio astronomico, che ha la funzione di segnalare le feste religiose fino al 2019;
  • la Basilique Notre-Dame de Fourvière: l’edificio simbolo della città di Lione, costruito alla fine XIX secolo in stile pseudo-bizantino, caratterizzato dalla presenza di numerose torri, merli, marmi e mosaici;
  • il Musée de Beaux Arts: presso il Palais St-Pierre, antico convento benedettino, è il secondo museo della Francia dopo il Louvre., con reperti archeologici, sculture ed opere d’arte.

Passeggiando per la cittadina, troviamo invece la Place Bellcour del 1714, con dimensioni senza eguali in Europa, su cui si affacciano eleganti palazzi ottocenteschi ed in cui troneggia l’imponente statua equestre di Luigi XVI, fiancheggiato dalle allegorie del Rodano e della Saona e l’antica Tour de la Charité, del 1664, residuo dell’edificio adibito ad ospizio, distrutto nel ’34 per far spazio all’odierno palazzo delle Poste.  

Si procede quindi per la rue St Jean, principale arteria della città vecchia di Lione, su cui si affacciano una serie d’interessanti edifici del XV° secolo, tra cui al n°37 la maison de Chamanier, del 1498, con rilievi gotici ed invece la Grande maison des Viste, al n°29, che conserva l’antico portale ad ogiva.

Per il turista appassionato del settore artcheologico, ecco invece il Parc Archéologique de Fourvière, che racchiude importanti resti della Lione romana, a cominciare dall’imponente teatro del 15 a.C., sino ai resti del tempio di Cibele di cui si conservano gli spezzoni di quattro colonne …

La cittadina offre ovviamente attrazioni e divertimenti di tutti i gusti e generi, con  spettacoli di vario tipo, nei locali e nelle piazze ma indubbiamente il più affascinante e caratteristico è il battello sui fiumi: una notturna traversata emozionante, circondati dalle luci della città, in una romantica ambientazione, scegliendo altresì la durata del giro sui due fiumi che attraversano la cittadina.

Una splendida cittadina, da scoprire ad ogni passo, restando affascinate ogni angolo!