Cortina resta nell’immaginario, ma poi anche nella realtà, un luogo di elite, cui trascorrere incantevoli vacanze di Natale sulla neve, nella suggestiva atmosfera di luoghi e paesaggi riconosciuti fra i belli al mondo. Cristalllo, Tofane, Pomagagnon, Cinque Torri, queste sono definite “le montagne piu’ incantevoli” che attirano ogni anno migliaia di turisti da ogni parte del mondo. Cortina d’Ampezzo è cullata in una conca, (m.1211), d’inverno, innevata, è uno scenario che carpisce il fiato, luogo ideale per trascorrere un Natale carico di intensità e di emozioni.

Cortina è il luogo “mito” cui trascorrere le vacanze di Natale, esaltato dalla bellezza del panorama, dall’eleganza, dallo sport, dall’eleganza. Nelle giornate di festa, il ritrovo principale è a Corso Italia, zona divenuta ormai pedonale, caratteristico per i viali alberati, i caffè e il prestigio dei negozi presenti, da qui si aprono le piazze piu’ suggestive, piazza Roma e piazza Venezia, che accompagnano verso uno dei monumenti piu’ belli che Cortina vanta: la settecentesca Parrocchiale dei Ss. Filippo e Giacomo. “La casa delle Regole” ospita un ricco museo geologico, mineralogico e di tradizioni locali, che proprio a Natale, sarebbe da non perdere, visto che riporta proprio alle tradizioni che a Cortina, in questo periodo, ne esaltano l’origine ed i sapori. L’attrattiva numero uno, anche nel periodo natalizio, restano le montagne, ed esiste il percorso classico che dalla Grande Strada delle Dolomiti conduce ai 2105 metri del Passo Falzarego dove la funivia del Piccolo Lagazuol sale al Belvedere a quota 2746; spettacolari le vedute su Conque Torri, Averau e Nuvolau. Con gli impianti si puo’ salire alla Tofana di Mezzo, fino a quota m. 3244, dove nelle giornate limpide si puo’ perfino perdere fiato restando incantati ad ammirare la laguna di Venezia. In questo luogo meraviglioso, non mancano i piatti da assaporare, caratteristici, anche a Natale restano gli gnocchi alla cadorina e i canzunzei, ovvero ravioli con ricotta e spinaci, prosciutto e cannella, ed i piatti di cacciagione con polenta.

Cortina è conosciuta anche come la “Perla delle Dolomiti”, tutto infatti è contornato e resto magnifico, diverso, particolare; Natale e Capodanno sono i periodi di maggiore afflusso, si puo’ alloggiare in Hotel, appartamenti, Bed and Breakfast, e non mancano i risotranti dagli ambienti caratteristici e suggestivi, ideali per trascorrere la settimana bianca di Natale e Capodanno. Cortina è uno dei luoghi migliori in Italia dove trascorrere le vacanze di Natale, l’atmosfera è magica, l’aria rarefatta delle cime innevate riporta anche a valle il sapore profondo del Natale; oggi è possibile anche godere di offerte vantaggiose delle varie agenzie di viaggio, certo, Cortina resta ancora uno dei luoghi piu’ cari ma oggi decisamente piu’ accessibile. Entriamo ancora piu’ nell’intimità del luogo e parliamo dei Mercatini di Natale di Cortina d’Ampezzo che sono il cuore, lo spirito di quest’epoca natalizia.

Come in altri luoghi, anche Cortina è animata da questi meravigliosi mercatini che per i turisti sono l’occasione imperdibile di immergersi in questo mondo dell’artigianato caratterizzato da colori intensi, alla ricerca di qualche spunto originale per un regalo o per un ricordo, fra le bancarelle immerse nella sola e unica atmosfera che Cortina è in grado di creare in questo periodo di Festività. L’artigianato di Cortina resta uno dei valori nobili del luogo, soprattutto a Natale dove si cerca qualcosa di caratteristico, intimo, non solo boutique prestigiose, e locali piu’ fashion, sono proprio le tradizioni che richiamano turisti da ogni parte del mondo e Cortina, dall’alto della sua maestosità, fa sue queste peculiarità, ed abbraccia tutti i valori ed i saperi del luogo, regalandoli a Natale, a tutti quanti con grande cuore, il cuore che a Cortina, rivaluta i sentimenti, e rende il Natale di ognuno davvero molto apprezzabile e unico, un Natale che resta immagine negli occhi da portare sempre con sè, perchè poi, a Cortina, ci si ritorna, sempre.