cicloturismo07Per i ferraresi spesso rappresenta una sfida: arrivare al mare in bicicletta. Per coloro che vogliono fare una vacanza o un’esperienza diversa rappresenta un’ottima opportunità. La Destra Po è un percorso cicloturistico che costeggia il grande fiume nella provincia di Ferrara, da Stellata di Bondeno a Goro, per un totale di 123 km circa. E’ una pista asfaltata e, nella maggioranza del tracciato, è ad uso esclusivo dei ciclisti, inoltre la sua collocazione in pianura non pone problemi di salite. Questo la rende adatta a tutti, anche con biciclette non professionali, a patto che si amino i paesaggi e un po’ di sana fatica: la Destra Po infatti offre il piacere di “guadagnarsi” l’arrivo al mare. Un mare diverso da quello turistico della riviera romagnola: l’Adriatico deltizio quasi incontaminato, con la sua fauna e flora, non con ombrelloni e turisti. Il percorso è stato idealmente suddiviso in tematiche, caratteristica questa che lo rende altrettanto affascinante da affrontare a tappe.

La prima tappa è da Stellata a Pontelagoscuro per un totale di 36 km, lungo i quali si possono ammirare la Rocca Possente, e la Chiusa del Boicelli; si passa poi da Pontelagoscuro a Ro Ferrarese, percorrendo 15 km, lungo l’argine cittadino dal quale si può godere il panorama lontano della città e dei paesini che costeggiano l’argine; da Ro, attraverso il percorso di 28 km nelle “terre del Mulino del Po”, si arriva a Serravalle e ci si avvicina sempre di più al mare con l’arrivo a Mesola dopo una tappa di altri 20 km.

L’ultima tappa di 20 km circa, vede proprio l’incontro tra il fiume ed il mare, che costituisce il centro della vita di questi paesi, da Mesola a Gorino Ferrarese. La maggior parte del territorio della Destra Po, offre ospitalità con bed e breakfast, agriturismo e locande con servizi di noleggio bici. La pista ciclabile, quindi, può essere percorsa pronosticandosi un arco di tempo di qualche giorno, riservando ad ogni dì la sua tappa; per chi ha poco tempo può essere utile spostarsi con la propria auto direttamente alle ultime tappe della pista, e noleggiare in loco una bici per godersi in questo modo l’ultima parte del percorso…e arrivare al mare.