sardegna1La Sardegna è un’isola e una regione autonoma a statuto speciale, questo le garantisce una notevole autonomia amministrativa. E’ una terra dalla storia millenaria che ospitata civiltà con singolari peculiarità etniche e linguistiche. E’, per estensione, la seconda isola dell’intero Mediterraneo, dopo la Sicilia, nonché la terza regione del nostro Paese.

Più dell’80% del suo territorio è montuoso con formazioni collinari e altopiani rocciosi caratteristici che vengono chiamati giare o gollei se granitici o basaltici, tacchi o tonneri se in pietra arenaria o di origine calcarea.
Le coste della Sardegna formano i golfi dell’Asinara a nord, di Orosei a est, di Cagliari a sud e di Alghero e Oristano a ovest.

Il clima mediterraneo è tipico di gran parte dell’isola e, lungo le coste, dove risiede la gran parte della popolazione, grazie alla presenza del mare si hanno inverni miti con temperature che non scendono quasi mai sotto lo zero. Le estati sono calde e secche e, questa scarsa umidità, consente di sopportare bene le elevate temperature che nei mesi estivi superano spesso i 30 gradi.

Il paesaggio naturale della Sardegna alterna profili montuosi a foreste, stagni, lagune e torrenti tumultuosi che formano gole e cascate. Non mancano lunghe spiagge sabbiose e scogliere frastagliate a strapiombo su un mare cristallino.

Il patrimonio faunistico dell’isola annovera diversi esempi di specie di grande interesse: cervi, mufloni, cinghiali e il celebre asinello bianco, presente solo sull’isola sarda dell’Asinara.
Grazie al suo paesaggio, al clima mite e alla purezza delle sue acque, la Sardegna attira ogni anno un gran numero di turisti italiani e stranieri.

Il turismo in quest’area è spesso un turismo di elite, basato sulla qualità delle strutture ricettive e delle infrastrutture oltre che sulle bellezze naturali soprattutto per la vicinanza dell’arcipelago della Maddalena con l’offerta di numerose rotte per i diportisti. La Sardegna annovera molti luoghi frequentati dal Jet set internazionale ed è tra le mete più ambite del Mediterraneo.
Negli ultimi anni però, l’offerta turistica si è in parte modificata, orientandosi anche su un target più giovane e puntando alla diversificazione e alla destagionalizzazione. L’offerta turistica sta cercando infatti di interessare anche le zone interne dell’Isola, e di valorizzarne la cultura, l’arte e l’archeologia.
Non mancano proposte originali come il turismo equestre, l’escursionismo, il birdwatching, il free climbing, e molto altro, rese possibili dalla natura stessa del territorio sardo.

Un contributo importante per la destagionalizzazione del turismo in questa splendida isola italiana è stato garantito, negli ultimi anni, dai numerosi voli low cost che la collegano a diverse città italiane ed europee.

Se avete in programma un bel viaggio in Sardegna per quest’estate vi segnaliamo alcuni eventi da non perdere.

Il 29 giugno si celebra la festa in onore dei Santi Pietro e Paolo, il cui culto è molto vivo sull’isola, sono infatti numerosi i paesi che hanno come patrono San Pietro e dove si festeggiano con eventi e sagre i due apostoli.
Il 17 luglio, si tiene l’annuale Sagra delle pesche.

Ogni anno il 14 e il 15 Agosto a Nulvi si celebra la festa patronale in onore della Beata Vergine Assunta. In concomitanza delle celebrazioni della Santa, ha luogo la sfilata dei Candelieri.

Il 14 agosto a Sassari si celebra la festa dei Candelieri. I protagonisti della manifestazione sono nove imponenti ceri dipinti, che vengono portati in processione da piazza Castello fino alla chiesa di Santa Maria di Betlemme dove vengono poi esposti.

Il 6 e 7 luglio in diversi paesi della Sardegna, come Sedilo, Pozzomaggiore e Samugheo, si svolge una corsa rituale a cavallo dedicata a San Costantino: l’Ardia.
Sono oltre cento le feste celebrate il 15 agosto in Sardegna in onore della Madonna Assunta e ben diciotto le parrocchie a Lei dedicate.

Ogni anno ad agosto Samugheo apre le sue vie a migliaia di visitatori che affollano la locale Mostra Mercato dell’Artigianato. La manifestazione dura per tutto il mese e rappresenta davvero un’ottima occasione per ammirare ottimi esempi del ricco artigianato locale.