Forse banale parlare delle bellezze della Sardegna: meno banale è il numero di turisti che ogni anno sceglie l’isola per trascorrere le proprie vacanze, tra il mare e un po’ di storia.

La Sardegna presenta un territorio molto variegato, buona parte del quale deve ancora essere veramente scoperto almeno dalla maggior parte dei visitatori che restano inchiodati alle spiagge, ipnotizzati dalla bellezza straordinaria del suo mare: questa ricchezza ha permesso la nascita di numerosi villaggi turistici, campeggi, hotel.

Vola in Sardegna da € 38!

Oggi però inizieremo proprio dal mare guardandolo anche da un punto di vista naturalistico, in particolare quello a nord dell’isola percorrendo un piccolo itinerario nel cuore della Costa Smeralda; inizieremo con Cala di Volpe, una spiaggia meravigliosa che alle spalle presenta una macchia mediterranea rigogliosa che profuma e arricchisce il luogo. La spiaggia, che si trova all’interno di un piccolo golfo e per questo protetta dai venti, oltre ad essere un ritrovo di personaggi famosi (un po’ come in tutta la Costa Smeralda!) è anche una meta attrezzatissima sia di strutture ricettive, sia di ogni comfort per rendere la vostra vacanza tranquilla anche se viaggiate con bambini piccoli.

Spostandoci vero S. Teresa di Gallura, quindi verso ovest rispetto a Cala di Volpe, ci imbatteremo nella Spiaggia Rosa chiamata così perché la sabbia ha questo caratteristico colore rosato dovuto alla presenza di frantumi di coralli, molluschi, e granito praticamente polverizzato; l’isola in cui questa splendida spiaggia si trova, l’Isola di Budelli, è annessa al Parco Nazionale dell’Arcipelago de la Maddalena, parco che presenta una ricca e diversificata flora e fauna da salvaguardare. Ma anche il circondario merita di essere sottolineato: prendendo come punto di riferimento Palau si può visitare l’arcipelago de la Maddalena composto da isole che non si possono tralasciare come quella di Santo Stefano dove tra l’altro si trova il Forte di San Giorgio chiamato comunemente forte di Napoleone; l’isola di Spargi dove potrete ammirare la piccola e meravigliosa Cala Corsara e poi ancora l’isola di Razzoli che si trova un po’ più a nord vicino le Bocche di Bonifacio, e l’isoletta di Santa Maria. Proprio per la particolarità del sito, il fragile equilibrio floro – faunistico che deve essere preservato, la spiaggia non è aperta al pubblico ma la si può visitare con una guida del parco.

Vola in Costa Smeralda!

Il nostro breve itinerario termina con Cala Spinosa nel comune di Santa Teresa di Gallura: è una piccola cala protetta da scogliere molto alte che si tuffano a strapiombo sul mare; dovrete “guadagnarvi” la vista di questa spiaggia perché la si raggiunge tramite piccole sentieri anche un po’ tortuosi… ma ne vale la pena! Sito splendido per gli amanti delle immersioni subacquee.

Buon viaggio!