Circa un quinto dell’intera superficie della Grecia è composta da isole (oltre 25.000 km²). Il loro numero supera le 3000 unità ma sono abitate soltanto poco meno di 200 di esse.

Si trovano nel quasi tutte nel cuore del mar Egeo e si dividono in ben nove gruppi. La più imponente di tutte è senza dubbio Creta, isola famosa per la sua grande storia. Vi sono poi, in posizione centrale, una serie di isole piccole e grandi, le Cicladi; tra le più famose citiamo Ios, Mykonos, Santorini e Paros. In zona sud-est vi è poi l’arcipelago del Dodecaneso, composto da isole come Rodi, Kos, Tylos.

Nelle vicinanze delle coste della Grecia continentale vi è un’altra grande isola: Eubea. A nord-est di essa si trovano le Sporadi, di cui ricordiamo Skiathos, Skopelos, Alonissos e Skyros.
Nella zona circoscritta tra il Peloponneso e l’Attica, sono situate le isole del golfo Saronico e del golfo Argolico: Salamina, Egina, Poros, Idra, Spetses.
Infine, ad ovest del Paese ci sono le Isole Ionie, mentre a sud del Peloponneso troviamo Cerigo, Cerigotto e Elafònisso.

Tutte queste isole, oltre ad essere luoghi estremamente carichi dal punto di vista storico, hanno in comune il fatto di essere dei veri e propri paradisi per il turista.
Le isole hanno mantenuto nel tempo la loro fisionomia; nessun abuso edilizio ha messo in pericolo questi magnifici paesaggi, ancora oggi quasi completamente incontaminati.

Ogni isola offre qualcosa di diverso. L’offerta è veramente ampia e si va da isole dove è privilegiato il divertimento, come per esempio nel caso di Ios, ad isole dove si pratica più un turismo di contemplazione, ovvero quando il turista ricarica le pile tramite i meravigliosi scorci che ha di fronte a sé.

Tutte le isole sono naturalmente raggiungibili grazie alla fitta rete di traghetti, mentre alcune isole, le più importanti (tipo Santorini) sono dotate di aeroporto.

I prezzi sono per tutte le tasche; approfittatene dunque e scegliete subito l’isola che fa per voi!