Continua il nostro viaggio in Sicilia tra arte, cultura e… mare, sole e buon cibo!

Nella nostra prima tappa virtuale siamo stati a Noto, in provincia di Siracusa, per scoprire il “giardino di pietra” gioiello che appartiene a tutto il mondo. Oggi cambiamo provincia per spostarci a Ragusa, città agiata, tranquilla che negli ultimi anni è stata scoperta anche da un turismo di élite: molti vip, infatti, hanno acquistato case nelle campagne o nelle vicine coste ragusane.

La vecchia Ragusa, quella “originale” è stata letteralmente distrutta dal  nefasto terremoto del 1693 che interessò buona parte della Sicilia orientale. La ricostruzione avvenuta quasi parallelamente a quella di Noto, anch’essa colpita gravemente dal sisma, ha creato una sorta di “due” Ragusa: una costruita con concezioni nuove, e che tutt’oggi è quella in espansione, e un’altra costruita sul vecchio impianto medievale, oggi chiamata Ibla. Quest’ultima, arroccata su un costone degli Iblei, sembra un set cinematografico e conserva testimonianze di barocco eccezionali, tanto da rientrare tra i Patrimoni dell’Umanità. Numerose sono, infatti, le testimonianze in edifici religiosi di e non di magnificenza e bellezza unica: il Duomo di San Giorgio (patrono di Ragusa Ibla), la Cattedrale di San Giovanni Battista (patrono di Ragusa “superiore”), il Palazzo Zacco, il Palazzo Schininà di Sant’Elia, il Palazzo La Rocca, il Palazzo Nicastro e il Circolo di Conversazione sono solo alcuni esempi.

Vale la pena spendere due parole anche per la rigogliosa campagna che circonda Ragusa, verde brillante e fiorita in primavera, colma di grano in estate, che regala tra l’altro prodotti caseari, e non solo, di grande bontà: da qui, nascono anche molte specialità gastronomiche che non potrete non assaggiare in una delle mille trattorie sparse per la città, riuscendo a mangiare tanto e spendere davvero poco.

Spostandosi verso Marina di Ragusa, una frazione di Ragusa, non mancano spiagge molto ampie e molto ben attrezzate e soprattutto non manca la vita notturna: mille tra discoteche, pub sulla spiaggia, ristoranti potranno allietare le vostre serate. Esplodono la notte di San Lorenzo e la notte di Ferragosto perché queste spiagge sono un grosso richiamo anche per giovani fuori provincia.

Buon viaggio!