Uno dei posti più invitanti della Spagna in cui io abbia mai messo piede è senza alcun dubbio Tarragona, una citta di poco più di 150mila abitanti situata in Catalogna, pochi chilometri più a sud di Barcellona, affacciata anch’essa sul mar Mediterraneo (Costa Daurada).
Questa magica località, posta su una suggestiva altura rocciosa, è una piccola perla che vale la pena di visitare.

Innanzitutto è bene sottolineare che non si tratta soltanto di una semplice “località di mare” come per esempio Lloret de Mar, ma si tratta anche di un luogo di enorme interesse storico, basti pensare che nell’anno 2000 l’insieme archeologico è stato inserito nei patrimoni dell’umanità dall’Unesco.
Ben visibile è l’influenza dei romani, che qui hanno lasciato le loro mura, un anfiteatro, un circo, un teatro, un foro ed anche una necropoli, tutti luoghi di grande interesse storico.
Da evidenziare anche la presenza di una imponente cattedrale, iniziata nel 1171 e consacrata solo nel 1331, caratterizzata da una facciata romanica, al quale si aggiunge un portale gotico, con sculture. La facciata tuttavia è rimasta incompleta nella parte alta, a causa della crisi cittadina dopo la terribile ondata di peste del 1348.

Da segnare sotto la voce “da visitare” il museo di storia di Tarragona, che si trova nel palazzo Castellamau, residenza nobiliare degli inizi del XV secolo. La casa conserva parte dell’arredamento originario ed ospita inoltre una collezione di pezzi archeologici ed etnografici delle collezioni Molas, Quintana e del fondo del filologo e Sánchez Camargo.

Per quanto riguarda il mare invece Tarragona offre al turista una tranquillità non riscontrabile in altre località della Catalogna. E’ dotata delle adeguate strutture per accogliere un turismo estivo di massa ma non è esagerata come per esempio la nostra Rimini.
Il clima è mediterraneo, d’estate piove poco e la temperatura non raggiunge mai vette troppo elevate.

Arrivare a Tarragona è molto semplice, basta trovare uno dei numerosissimi voli low-cost verso Barcellona (Girona) e poi prendere il suggestivo treno che costeggia il mare ed in meno di un’ora vi porta in questo gioiello di Spagna.