Pare non ancora confermata anche se riportata su tutti i maggiori quotidiani, la manovra che prevede oltre l’arrivo di tanti altri piccoli pagamenti, anche la tassa di soggiorno per chi pernotterà a Roma questa estate.

Voli low cost per la Croazia!

Prevista, infatti, una tassa fino a 10 euro per chi alloggerà nella capitale: l’ammontare della tassa, che sarà considerata per ogni singola persona, cambierà a seconda della categoria dell’albergo che si sceglie e ovviamente del numero di notti che si decide di passare a Roma.

«È un clamoroso autogol —  dice il presidente di Federalberghi, Giuseppe Roscioli —  e sono rimasto a bocca aperta quando l’ho saputo: una famiglia di quattro persone, che viene a Roma per quattro notti, dovrà pagare fino a 160 euro» [fonte: corriere.it].

Ciò non favorirebbe di certo le strutture ricettive della capitale, anche perché questa fantomatica tassa non si applicherebbe alle strutture fuori città, discriminando di fatto tutti i gestori di Roma che hanno comunque subito come tutti un calo delle prenotazioni nel 2009; tra l’altro non è ancora chiaro se B&B e pensioni, saranno esentate da questa imposta.

Alcune indiscrezioni attualmente parlano di una tassa pari a 1 euro anche per tutti i passeggeri che partono o arrivano negli aeroporti di Roma, ovviamente a carico del turista.

L’iniziativa, è bocciata anche dal Codacons.

Vola a Madrid a € 30!