Il Tibet si dice, “sia a due passi dal cielo”, qui tutto è impregnato di spiritualità.

Il viaggio nel Paese che è il centro tradizionale del buddhismo tibetano, costellato da una miriade di monasteri è un evento straordinario.

Ci sono luoghi al mondo capaci di suscitare profonda emozione al solo nominarli, e fra questo il Tibet, paese di grande fascino, che vale la pena di raggiungere nonostante le grandi distanze e le procedure burocratiche, per godere delle sue cime innevate, della cordialità della gente e dell’intrinseca spiritualità.

Tra maggio e giugno c’è un’occasione in piu’ per andarci: è la festa del Saga Dawa, che celebra l’illuminazione del Saga Dawa, che celebra l’illuminazione di Sakyamuni (il Buddha) e si tiene ogni anno nel giorno di luna piena dal quarto mese del calendario tibetano.

Questa ricorrenza è una delle preferite dai pellegrini che affollano la capitale Lhasa e che compiono i tre principali kora (circuiti di pellegrinaggio) della città santa.

L’itinerario alla scoperta del Tibet non può che partire da Lhasa, la sua capitale politica e spirituale, divisa dal Palazzo del Potala in una parte cinese e in una tibetana.

Da visitare il Tempio di Jokhang uno dei piu’ grandi e famosi di tutto il Paese, nonchè imponente e solitario, il Palazzo del Potala, sede del governo tibetano e dimora di tutti i Dalai Lama fino all’occupazione cinese, è considerato una delle massime meraviglie dell’architettura orientale.

Su di un’isoletta, alle spalle di Potala, merita anche la vista il bel Tempio del Lukhang, conosciuto anche come cappella del re Drago.

Per respirare a fondo lo spirito tibetano piu’ autentico bisogna passeggiare per le strade della città vecchia, alla scoperta di cappelle nascoste, laboratori artigianali, bancarelle di carne essicata e burro di yak.

Il percorso ad anello di circa 3 km parte da Barkor Square e arriva al Collegio tantrico di Gyume.

Poco più avanti di incontra il Tempio di Karmashar, sede del piu’ importante oracolo di Lhasa.

Il circuito di visita, segnalato dai cartelli gialli, include diverse cappelle ed il maestoso Palazzo di Ganden.

Ad appena 10 minuti dal cammino in discesa dal complesso del Drepung si arriva al monastero di Nechung sede del famoso oracolo, ed è possibile, grazie all’ausilio di guide, visitare tutte le altre meraviglie del Tibet, un viaggio molto intimo e sicuramente di grande valore.