La valle Ossola, anche conosciuta come Val d’Ossola o ancora piu’ semplicemente Ossola, è una estesa valle della provincia del Verbano-Cusio-Ossola e corrisponde al bacino idrografico del fiume Toce. Se desiderate una vacanza tranquilla, rilassante, a contatto con la natura, alla ricerca dei piccoli paesini da interpretare, questa è la giusta meta. La valle Ossola è composta da sette valli laterali principali: Valle Anzasca, Valle Antrona, Val Bagnanco, Val Divedro, Valle Antigorio, Val Formazza e Val Vigezzo, ed è considerata una valle monore rispetto invece alla Valle Isorno. Il centro di confluenza dell’intera vallata è Domodossola e gli altri principali centri sono Villadossola, Ornavasso e Crevoladossola. Nella valle sono stati istituiti diversi parchi cui vale davvero la pena di visitare con il Parco Naturale dell’Alpe Veglia, e dell’ Alpe Devero, il Parco Nazionale della Val Grande oltre al Sacro Monte di Domodossola, Riserva Naturale Speciale, patrimonio mondiale dell’Unesco dal 2003.

Trascorre una vacanza in valle Ossola significa entrare in contatto con la natura nella piu’ grande area selvaggia d’ Europa, e carpire l’orgoglio di un passato ricco di storia e di tesori artistici. Non manca infatti la passione per le attività tradizionali, per le feste antiche ed i cibi genuini, inoltre la Val d’Ossola, quale estrema punta del Piemonte verso la Svizzera, ha una schietta e silenziosa bellezza che conquista già al primo sguardo, varia e pittoresca, ricca di valli, altopiani,laghi, cime e ghiacciai in grado di soddisfare tutti piaceri, dalle escursioni a contatto con la natura, ideale anche per gli alpinisti amanti delle altezze vertiginose, famosa anche per le sue rocce e per i minerali, compreso l’oro, un tempo estratto dalle miniere, e per le acque minerali. L’inverno è la stagione regina per la montagna, e grazie alla posizione favorevole, l’innevamento è assicurato fino al mese di aprile, per questo infatti l’Alpe è il luogo ideale per gli amanti dello sci di fondo e dello sci alpinismo. Per tutti coloro che cercano qualcosa di impegnativo, è disponibile il tracciato che dall’ Alpe Devero sale dal “Vallino” per raggiungere Crampiolo e quindi il Lago del Dovero. Nei mesi di dicembre, gennaio e febbraio, è possibile sciare sulla superficie ghiacciata del Lago del Devero, avvolti e protetti dalle meravigliose montagne che lo circondano. Il percorso completo da Devero a Codelago misura 18 chilometri, un anello che fa dell’Alpe il nuovo ed esclusivo paradiso dei fondisti.

Calzate le racchette da neve è possibile addentrarsi nel bosco fra i sentieri che partono dall’Alpe Devero e raggiungono l’Alpe Sangiatto e il Monte Cazzola; itinerari dove si possono trovare piste immacolate perfette anche per lo sci alpino. Da visitare a Val d’Ossola, il centro, abitato di antica fondazione, di cui oggi rimangono edifici del XV e del XVI secolo, come piazza Meneghin e via Campi Noga. Sempre da non perdere, “d’Girun” e la testa Celtica inserita sul fronte occidentale della Casa Parrocchiale, inoltre, in via Campi Noga è conservato il monumentale Torchio “d’Armense” datato 1809, strutturato secondo una tecnologia medioevale. Da non perdere infine, i sapori autentici della cucina, tra cui vale la pena nominare un ristorante di spicco, “la tavernetta” per gustare piatti piatti di prima scelta, tutto rigorosamente fatto in casa, specialità carne e pesce fresco, ma anche risotti, tagliolini, dolci… insomma una vacanza per non farsi mancare proprio tutto alla rassegna del completo relax.