In Basilicata, in provincia di Potenza, si trova l’affascinante cittadina di Maratea, un comune di circa 5.250 abitanti, posto nel cuore del Golfo di Policastro, a poco più di 300 slm, con una costa ricca di golfi, baie e insenature, tra le più frequentate della regione.

Borgo dalle antiche origini della dominazione greca, che deve oggi la sua economia in principal modo al turismo, quindi all’agricoltura ed in ultimo all’allevamento.

Detta anche la “città delle 44 chiese”, per l’elevato numero delle testimonianze del culto religioso, vanta un interessante e caratteristico centro storico, in cui sono assolutamente da ammirare:

  • la Basilica di san Biagio: il principale edificio di culto della cittadina;
  • la Grotta di Marina, ricca di stalattiti e stalagmiti;
  • oltre 30 chilometri di costa a strapiombo sul mare, con grotte e piccole insenature che rendono l’ambiente selvaggio ed estremamente affascinante;
  • il Cristo Redentore: una statua marmorea del 1965, ad opera dello scultore fiorentino Bruno Innocenzi, posta nella parte più alta del Monte San Biagio, di fronte all’omonimo Santuario, che con i suoi 21 metri di altezza e i 19 metri di larghezza, è tra le più grandi in Europa, seconda solo al Cristo Rei di Lisbona;
  • ·        le numerose caverne sottomarine: estremamente belle ed affascinanti, per tutti gli appassionati di escursioni marine;
  • laGrotta delle Meraviglie: scoperta nel 1929, è conosciuta anche col nome di Grotta di Marina di Maratea. Unica cavità naturale turistica di tutta la Lucania, è posta a circa 80 slm ed è lunga solo 90 metri, risultando la più piccola cavità naturale in Italia, al cui interno si trova una sola sala di 70 metri, ricca di stalattiti e stalagmiti, colonne e drappeggi di calcite.

Ma per coloro che ricercano una vacanza tutta “mare, sole e spiaggia”, ecco un elenco delle meravigliose spiagge di Maratea, vero e proprio tesoro paesaggistico, che è possibile ammirare sulla riva tirrenica della Basilicata:

  • Cala Jannita di Maratea: tra le più famose della regione, tradotta letteralmente è la spiaggia dell’isola di Santo Jann;
  • Spiaggia Fiumicello di Maratea: nei pressi del borgo omonimo, è sormontata dal maestoso scoglio di Calicastro;
  • Spiaggia Macarro di Maratea: una spiaggia il cui nome significa dal greco Uomo Felice, è una spiaggia incontaminata e selvaggia;
  • Spiaggia Marina di Maratea: situata poco più a sud della rinomata spiaggia di Calaficarra, presso la bella frazione balneare omonima;
  • Spiaggia Calaficarra di Maratea: spiaggia ampia, frazionata in tre parti da speroni rocciosi, con un litorale di ghiaia mista a ciottoli scuri;
  • Calette di Maratea: incantevoli spiaggette solitarie, incastonate nel tratto costiero del golfo di Policastro, affacciate sul mar Tirreno;
  • Spiaggia della Gnola di Maratea: si distende dalla Serra di Castrocucco alla foce del Noce, lungo il confine, con la bella piana che delimita il territorio di Maratea.

 

Una caratteristica cittadina tra mare e monti, con pittoreschi paesaggi, luoghi di interesse artistico ed archeologico, che rendono la località, tra le più note e frequentate del territorio: una vera e propria “perla del tirreno”, assolutamente da scoprire …