La zona “magica” della Groenlandia si chiama Disko Bay, sulla costa occidentale, è una “terra verde”, circondata da ghiacciai, d’inverno è un agglomerato di lastre di ghiaccio, d’estate è una distesa blu circondata da iceberg. Llulissat è il principale centro, ben sviluppato e soprattutto attrezzato, ma la particolarità della baia, sono i raduni delle case, tutte di colore bianco, o piccole comunità con poche centinaia di abitanti.

In inverno, l’unico modo per spostarsi da una comunità all’altra è l’elicottero o la slitta, diversamente, in estate, è possibile navigare lungo la costa, salire e scendere tra isolette, fiordi, piccole insenature.

In Groenlandia il limite è rappresentato dal tempo, in inverno il sole è rappresentato da un raggio di luce che dura solo pochi istanti, diversamente, in estate, sono possibili delle meravigliose passeggiate sui ghiacci, camminate tra prati e rocce, giri sulle scogliere oppure in canoa e sempre partendo da Iluissat, è possibile spostarsi verso sud verso due cittadine: Qasigiannquit e Egedesminde.

A Qasigiannguit vivono circa 1.500 persone e quasi tutte lavorano nei laboratori che processano la carne di foca e di granchio, ma interessante di questa cittadina è il suo passato. Si narra che da quando Erik il Rosso mise piede in questa cittadina, portò con sè l’interesse di balenieri, cacciatori e commercianti provenienti da tutta Europa e le tracce di questi passaggi sono tutti raccolti nel museo cittadino. Vicino a Qusigiannguit c’è Assiaat, visto in lontananza sembra un puntino caratterizzato da canali ed isolotti. Egedsminde è il punto piu’ antico, fino a poco tempo fa circo il 99% della popolazione viveva della pesca delle balene, oggi è un punto di riferimento culturare ed artistico molto amata dai danesi. A nord di Ilulissat c’è Uummannaq, uno splendido agglomerato urbano dallo sfondo scenografico e maestoso. Uno spettacolo senza eguali è quello dell’aurola boreale che si manifesta a circa 100 km di altezza simile ad una tenda mossa dal vento, irradiata da fasci di luce; il fenomeno è dovuto a particelle solari elettricamente cariche che entrano nell’atmosfera terrestre e da qui sono spinte in avanti da linee di campo magnetico, quando queste particelle incontrano le molecole, nell’atmosfera si crea il fenomeno dell’aurora boreale. C’è un’antica credenza che narra che l’aurora boreale fosse causata dalle anime morte che giocavano a palla con crani di trichechi, se si fischiava in direzione dell’aurora boreale, questa portava via con sè colui che aveva fischiato, semplicemente avvicinandosi, se invece si abbaiava, l’aurora boreale veniva scacciata. Un’altra leggenda, piu’ che una credenza, è quella di Babbo Natale, che qui dovrebbe abitare in un fantastico castello sommerso dalla neve, insieme alla sua faamiglia ed ai suoi aiutanti. Purtroppo il castello di neve è molto difficile da raggiungere e solo in pochi, stanieri, hanno la fortuna di raggiungerlo anche se è piu’ semplice imbattersi in luoghi affascinanti che testimoniano il passaggio di Babbo Natale. Uno di questi luoghi è l’ufficio postale di Babbo Natale, nell’antico porto coloniale di Nuuk. In questo vecchio ufficio gli aitanti di Babbo Natale sono impegnati tutti i giorni dell’anno a rispondere a lettere che arrivano da tutto il mondo ed è possibile vedere anche la buca delle lettere di Babbo Natale che è la piu’ grande del mondo.

All’esterno dell’Ufficio postale si puo’ ammirare una “colonna” piena di succhiotti usati di ogni colore che sono stati spediti a Babbo Natale da bambini che ormai sono cresciuti. Un’altro, decisamente romantico è la meravigliosa vista sul fiordo che si gode dal “Cafè Rudolp” da cui si possono anche vedere le balene, e se volete vivere la vera favola del Natale, potete partecipare ad una serate groenlandese con Babbo Natale, ovvero una serata in cui il “Cafè Rudolph” offre specialità croenlandesi con mostre e spettacoli. Un altro strabiliante fenomeno groenlandese è il “sole a mezzanotte”, dove è possibile godere la luce del giorno anche per 24 ore; di notte la luce diventa morbida e calda e le ombre si allungano creando uno scenario naturale quasi surreale. Se avete la possibilità di poter fare un viaggio di questo tipo, sicuramente porterete con voi e dentro di voi un’esperienza molto suggestiva e di grande incanto.