E’ nelle valli dorate del Douro, nel nord del Portogallo, che si coltivano le uve pregiate da cui si ricava il Vinho do Porto, il vino da meditazione piu’ famoso al mondo. Un ottimo motivo per un viaggio da ricordare…già nel nome infatti, il Douro, il fiume d’oro, evoca i colori e le atmosfere della regione che attraversa: le tonalità rosse e dorate delle viti in autunno, i bagliori creati dal sole primaverile sulla superficie dell’acqua, la ricchezza dei monumenti della città di Porto, i riflessi caldi ed ambrati dell’omonimo vino.

Cuore della regione del Duoro è Pesoda Règua, dove si possono trovare alcuni dei piu’ spettacolari belvedere della regione, tra cui Sao Leonardo da Galafura, dal quale si puo’ godere di una magnifica vista sull’intera valle.

A circa venti minuti da Règua si trova Lamego, con il castello medioevale e numerose testimonianze di architettura religiosa.

Da non perdere il Santuario di Nossa Senhora dos Remedios situato in cima a una collina nei pressi della città a cui si accede attraverso una scalinata barocca composa da ben 686 gradini.

Proprio alla Madonna dei Rimedi è dedicata ogni anno una festa, che si svolge tra la fine di aosto e la metà di settembre, con processioni, concerti e spettacoli.

A nord di Peso da Règua si trova la cittadina di Vila Real, con le sue imponenti residenze nobiliari.

La scoperta del Nord di Portogallo non puo’ concludersi con la visita di Porto, alla foce del Douro, ultima tappa anche della produzione vinicola. Il vino prodotto nelle grandi tenute della regione viene, infatti, trasportato fino a Vila Nova de Gaia, situata sulla sponda opposta alla città di Porto, proprio di fronte all’antico quartiere della Ribeira.

Qui si trovano numerose cantine, dove il Porto invecchia e si raffina, prima di essere commercializzato in tutto il mondo.

La maggior parte di esse offre la possibilità di partecipare a visite guidate e degustazioni.

Camminando tra le strade strette e ripide, su cui si affacciano case dipnti con colori pastello, ci si immerge in un’atmosfera tipicamente medioevale.

Tra le attrazioni di maggior interesse figuarano la maestrosa cattedrale, Sè do Porto ed il Palazzo della Borsa.

Da non perdere l’antica stazione ferroviaria di Sao Bento, con le decorazioni di azulejos, e la Livraria Lello, forse una delle piu’ belle librerie al mondo.

Per godere di uno sguardo d’insieme sulla città e sul fiume Douro è possibile salire verso la Chiesa e la Torre dei Chierici, progettate nella seconda metà del XVIII secolo da Niccolò Nasoni.

Per concludere la visita alla città si ci puo’ immergere nella frizzante vita notturna di Porto. Numerosi e suggestivi sono i locali in riva al fiume, dove poter sorseggiare un bicchiere di Porto Vintage, ammirando lo scorrere placido del Douro.