In Germania esiste un luogo che da secoli affascina i viaggiatori per la bellezza dei suoi paesaggi e per la ricchezza della sua storia. Foresta Nera, equivale ad un viaggio sulle tracce dei grandi artisti e letterati che hanno caratterizzato l’Ottocento tedesco. Le Ferrovie tedesche, Deutsche Bahn, infatti, offrono ottimi collegamenti da Milano. Dopo circa sei ore di viaggio, durante le quali si attraversano le Alpi ed i caratteristici paesaggi svizzeri spruzzati di neve, ecco Friburgo, piccola grande citta’ dal carattere mediterraneo, affascinante incrocio tra tradizioni e progresso.

Quarta citta’ del Baden-Wurttmberg in ordine di grandezza, viene anche detta la metropoli della foresta Nera. La posizione di Friburgo è strategica, ha un clima mite che ricorda quello di Lugano ed è anche una rinomata localita’ termale. Nonostante il freddo, che comunque è secco e sopportabile, è piacevole passeggiare per il centro storico, raggiungibile a piedi dalla stazione. Percorrendo le sue vie, risultano i colori del selciato e degli edifici in arenaria rossa, in particolare della splendida e solenne cattedrale, il Munster. Nel centro storico, ogni angolo racchiude il suo tesoro architettonico, dalla piazza della cattedrale partono le stradine dell’antico quartiere medioevale, con i suoi bellissimi edifici, tra cui spicca il tetto scosceso della coloratissima Kaufhaus e qui si trova anche il museo agostiniano, l’Augustinermuseum. Da Friburgo, attraversando il Baden-Wurttemberg verso nord, si giunge a Heidelberg, una delle perle della Germania. Nessuna citta’ è stata amata dai poeti romantici tedeschi quanto questa, forse grazie al fascino del suo paesaggio, incastonata com’è tra il fiume Neckar, le montagne, i boschi ed i vigneti e sovrastata dal castello che quasi sfuma nella varieta’ dei colori del bosco. Raggiungere il centro dalla stazione è semplice, con l’autobus in pochi minuti si arriva a Hauptstrasse via principale dello shopping che attraversa la citta’ vecchia. Heidelberg è da girare a piedi, in lungo ed in largo, salendo fino al castello e attraversando il Neckar per arrivare alla Passeggiata dei Filosofi. Un’altra appassionante meta è la bellissima stazione onebarocca di Wiesbaden. Resta da sottolineare che l’atmosfera allegra e rilassante delle vie del centro, arricchite dagli originali bronzi che raccontano episodi di vita popolare, fanno si che vi possiate sentire subito a vostro agio e ben accolti. I renali sono persone allegre che amano le burla e festeggiare, a riprova di cio’,la fontana Schlangelbrunnen, che si ritrova nel cortile del municpio, rappresenta il monello di Coblenza, ogni tanto, il picaresco personaggio bagna gli ignari visitatori con un improvviso e inaspettato getto d’acqua, come concludere al meglio quindi il vostro romantico viaggio?