Non è semplicemente una piccola isola del Tirreno ma un piccolo gioiello della Costiera Amalfitana, uno dei luoghi più belli al mondo: parliamo dell’isola di Ischia.

Vista da lontano, sembra proprio una pietra preziosa incastonata in un enorme gioiello blu: la sua caratteristica forma, datagli dal Monte Epomeo, la rende oggetto di svariate immagini. Ciò che conta, è che Ischia ha saputo attraversare la storia e arrivare fino a noi con la sua bellezza pressoché intatta, almeno fino ad oggi, nonostante il solito e a tratti irrispettoso dominio dell’uomo. Attualmente, infatti, è la terza isola più popolosa d’Italia dopo Sicilia e Sardegna: la sua storia comincia con i Greci passando per Saraceni, Normanni, Svevi, Angioini e Aragonesi fino al Pirata Barbarossa. Testimonianze di questi passaggi insieme a opere di uomini e donne innamoratisi di questo luogo incantevole rimangono sparsi nell’isola, oggi formata da sei comuni: ad esempio la Chiesa del Soccorso e il Museo-Giardino di Lady Walton noto come La Mortella, la Villa La Colombaia che fu abitata da Visconti oggi museo e fondazione, la Torre di Michelangelo (o Torre di Guevara) insieme ad altri mille siti di interesse e svariati musei.

Spicca su tutti il Castello Aragonese, una fortificazione che sorge in un isolotto nella parte orientale di Ischia, collegato al Borgo di Celsa (oggi Ischia Ponte) da un ponte in muratura lungo 220 metri. Meta di moltissimi turisti, in questa location d’eccezione si svolge anche quest’anno e per l’ottavo anno, l’Ischia Film Festival 2010 (dal 4 al 10 luglio), il Festival Cinematografico Internazionale dedicato alle Locations. Questa manifestazione che cresce ogni anno di più, attira sempre moltissimi turisti non solo interessati al settore cinematografico, grazie anche alle iniziative che girano intorno a questo evento.

Se ciò non bastasse, sappiate che Ischia è famosa anche per le sue terme già dal VII secolo a.C.

Un motivo in più, oltre gli altri mille, per visitare Ischia.

Buon viaggio!