Home
Facebook


Oggi vi proponiamo delle località che possono soddisfare i gusti più disparati da chi voglia trarre da un soggiorno in montagna il massimo. Cercando di evitare quelle più affollate…

BREUIL CERVINIABREUIL CERVINIA
Nella bella stagione, quando la neve lascia la scena, è un’esplosione di colori e si alza il sipario su  pascoli e boschi ricchi di flora e fauna selvatica, ruscelli, laghetti alpini e cascate.
Cervinia offre un ampia scelta  di attività. Si può praticare il golf, arrampicate con le famose Guide del Cervino, trekking, mountain bike,  equitazione, nuoto in piscine coperte e riscaldate, pesca sportiva,, adventure-park e tutti gli sport e divertimenti estivi che, praticati in uno scenario naturale fra i più belli delle Alpi, regalano una vacanza indimenticabile.
L’accoglienza turistica è uno dei fattori aggiunti di Cervinia, oltre ad hotel e ristoranti, conta numerosi locali per il divertimento serale e diversi centri-benessere, spesso parte dei servizi offerti dagli alberghi stessi.

vigo-di-fassa-2VIGO DI FASSA
Le Dolomiti della val di Fassa sono tra le più belle montagne del Trentino, dei centri principali, culla del ladino fassano, anche se leggermente defilato rispetto all’arteria di fondovalle che porta a Canazei. Questa sua posizione è la carta vincente del borgo, punto di partenza per grandiose escursioni nel vicinissimo gruppo del Catinaccio, a Gardeccia, alle Torri del Vajolet. Da non perdere la classica escursione al lago di Carezza, poco oltre il passo di Costalunga, ma anche alla vicina Marmolada.

 

ALAGNA VALSESIAALAGNA VALSESIA Read more »

Mete per Settembre 2016

Ago 08

Vacanze di settembre? Per chi non ama il caos e non vuole spendere troppo, godersi gli ultimi scampoli d’estate è l’ideale, anche per i prezzi più abbordabili.  Anche le destinazioni solitamente molto turistiche prese d’assalto durante i mesi cruciali di luglio e agosto acquistano una dimensione del tutto diversa dove il relax (se è quello che si cerca) è davvero possibile.
Se siete tra chi può permettersi una vacanze in questo periodo sarete quindi prossimi ad una scelta difficile. sapendo bene che il meteo a settembre può riservare delle sorprese in italia è capace di sorprendere con una calda e stabile coda estiva, oppure presentare in anticipo le poco piacevoli condizioni perturbate, tipiche della stagione autunnale.
Ecco allora alcune mete,d ove almeno dal punto di vista statistico e climatico, ci sono ottime possibilità di trascorrere una bella vacanza all’insegna del tempo caldo e sereno.

Puglia

pugliaCon il suo clima tipicamente mediterraneo, la magnifica Puglia presenta a settembre temperature ideali per effettuare un’ottima balneazione: normalmente in questo mese, infatti, le temperature sfiorano i 27° C, rendendo i litorali, sia ionici che adriatici, dei luoghi perfetti per trascorrere delle bellissime vacanze.

 

 

Isola D’Elba – Toscana

elbaDistante appena 10 chilometri dalla costa, l’Isola d’Elba è la maggiore delle isole dell’arcipelago toscano e la terza, per grandezza, delle isole italiane. Visitarla è proprio come effettuare un viaggio in una terra dai mille paesaggi: il vento, la terra, i profumi, i sapori, le magnifiche distese di sabbia, le acque trasparenti e le imponenti scogliere, immerse nella macchia mediterranea, costituiscono davvero uno spettacolo unico al mondo. I circa 26° C, dell’aria e del mare, del mese di settembre garantiscono un piacevole clima a tutti coloro che vogliono godere delle bellezze dell’isola in piena tranquillità.

Arcipelago della maddalena – Sardegna

Arcipelago_della_Maddalena,_Caprera_Cala_Napoletana_01

Settembre è indubbiamente uno dei mesi migliori per visitare l’Arcipelago della Maddalena. In questo periodo, infatti, le spiagge sono molto meno affollate e riescono a far risaltare tutto il loro fascino indiscusso. Mantenendo una temperatura costante intorno ai 27° C e con un mare che raggiunge i 23° C, questo stupendo arcipelago offre, anche in questo mese, un clima decisamente favorevole

 

Isole Pelagie – Sicilia Read more »

Spiagge da visitare in Sicilia

Lug 26

Chi va in Sicilia la prima volta ci ritornerà volentieri appena possibile, innamorato dei suoi scorci, dei suoi colori, del grande passato che si apprezza in ogni sito, della passione che si respira nell’aria, fra le persone.  Ecco le più belle spiagge di Sicilia da non perdere quest’estate.
La Sicilia, che nel mare e nelle sue spiagge ha inevitabilmente una delle piu’ grandi attrattive. Di sabbia o di ciottoli, rotette da scenografiche scogliere o circondate dalla macchia mediterranea. E bagnate da un’acqua cristallina.
Una mini guida su alcune delle più belle spiagge della Sicilia, da tenere sempre a portata di mano per effettuare piccoli viaggi e scoprire al contempo luoghi che abbiamo sempre visto in foto.

LA SCALA DEI TURCHI

scalaturchiNei pressi di Agrigento, è infatti possibile scorgere una imponente roccia bianca a strapiombo sul mare, dove e possibile prendere il sole, attraverso apposite panchine naturali che si affacciano sul mare. Destinata a far parlare di sé per la sua meritata nomination a Patrimonio dell’Umanità Unesco, questa bianca parete rocciosa in marna (roccia sedimentaria) a picco sul mare, lungo la Costa tra Realmonte e Porto Empedocle, si trova in provincia di Agrigento ed è un vero spettacolo della natura. Il suo nome deriva dalle storiche incursioni piratesche dei saraceni, pirati turchi che qui trovavano riparo. Famosa non solo per il suo colore bianco accecante e le sue forme, ma anche per essere uno dei luoghi del celebre Commissario Montalbano.
ISOLA BELLA

isolabellaSituata a 7 chilometri da Taormina, è uno dei luoghi simbolo della Sicilia. Cielo limpido e acqua blu. Qui è possibile concedersi un weekend di lusso, in una Sicilia ricca di attività ricettive di buon gusto. Lo scoglio che si vede in foto è possibile raggiungerlo a nuoto così come a piedi. La vegetazione è ricca e folta.

 

 
MARINA DI RAGUSA

marina diragusaLa nuova di casa siciliana Read more »

Tour di Sting: Tappe italiane

Lug 25

Sting tornerà in concerto in Italia anche quest’estate, con la versione 2016 del suo Back to Bass tour, che già lo scorso anno aveva regalato emozioni indimenticabili. Questa volta sono tre le date per il musicista britannico.

27 luglio  – Roma, Auditorium Parco della Musica – Luglio Suona Bene
28 luglio  – Firenze, Ippodromo del Visarno
29 luglio  – Assago (Mi), Summer Arena – Street Music Art

sting-1263834552-article-1

 

Sting, nome d’arte di Gordon Matthew Thomas Sumner nato a Wallsend, nella periferia a nord di Newcastle in Inghilterra il 2 ottobre 1951. Fin da bambino aspirava alla carriera di musicista. Prima di suonare musica professionalmente, Sumner lavorò come scavatore e insegnante di inglese e, per un solo anno, anche di disegno. Tenne i suoi primi concerti ovunque potesse ottenere un lavoro. Si pensa che abbia ricevuto il suo soprannome mentre suonava con i Jazzmen, perché portava spesso una maglietta a strisce nere e gialle; uno dei componenti della band, Gordon Solomon, notò che sembrava un’ape, e così divenne Stinger (colui che punge), abbreviato poi in Sting (pungiglione).

Nel 1977, a Londra, Sting, incontrò il batterista statunitense Stewart Copeland e il chitarrista corso Henry Padovani, con i quali formò il gruppo rock/pop dei The Police. Erano gli anni forti del punk londinese; il trio iniziò a suonare in piccoli pub ed esordì su 45 giri con l’autoprodotto Fall Out/Nothing Achieving. Debuttarono ufficialmente negli Stati Uniti nel 1978 con Roxanne.

Iniziò la propria carriera da solista nel 1985, anche se già da qualche anno aveva iniziato a dare i primi segni di irrequietezza artistica.

Nell’estate del 2003 pubblicò la sua autobiografia, Broken Music (relativa alla sua prima infanzia, fino al momento in cui con i The Police arrivò il successo mondiale grazie alla hit Roxanne).

Sting torna alla musica rock quest’anno dopo anni con un nuovo album in uscita l’11 novembre 2016, l’annuncio è arrivato direttamente con un tweet sulla sua pagina ufficiale.

Cosa fare a Ferragosto in Italia

Lug 20

Vi presentiamo 5 possibili mete italiane che ogni anno attiraro tantissimi visitatori da tutta l’Italia e dal mondo nel periodo di Ferragosto iniziamo:

Salento

turismo-salento
Per chi non può rinunciare al mare non occorrerà fare troppa strada: il Salento è la meta preferita dei vacanzieri italiani. Richiestissime, in particolare, le spiagge di Otranto e dintorni. Oltre al mare il Salento offre anche la tradizionale notte della Taranta, che si tiene ogni anno in agosto. Meta ideale insomma, da evitare, però, se non si amano la calca e le località troppo affollate.

Rimini e Riviera Romagnola

rimini
Un classico di Ferragosto, perfetto per tutte le esigenze: Rimini e la Riviera Romagnola offrono sole e divertimento sia agli amanti di spiagge e movida che alle famiglie con bambini. Imperdibili i mille passatempi e attività organizzati lungo il litorale, così come i parchi divertimento nei dintorni.
L’appuntamento di ogni anno, “un mare di fuoco” è la nottata di Ferragosto della Riviera Romagnola. Non che il resto dell’estate ci sia da annoiarsi in Riviera. Ma una notte così calda non capita in qualsiasi giorno estivo: 3 km di falò e spettacoli pirotecnici sulle spiagge di Rimini per illuminarvi e, se ci fosse bisogno, riscaldarvi mentre vi godete un relax di qualità coi piedi a mollo nell’acqua.

Andare a vedere il Palio di Siena.

palio_di_siena

Un appuntamento noto in tutta Italia, seguito da italiani e turisti, caratteristico di una cittadina splendida da scoprire. Si tiene il 16 agosto  non è proprio a Ferragosto, ma se siete in viaggio in Toscana potete aspettare 24 ore, no? ne vale la pena.
Dieci rappresentanti delle diverse contrade della città Read more »

Siracusa: Mercato di Ortigia aperto fino a mezzanotte.

Lug 19

Con un’Ordinanza Sindacale è stato dato il consenso agli operatori del settore alimentare e non solo, di svolgere la loro attività anche la notte dalle ore 8 alle 24  nella zona del Mercato Storico non solo in via De Benedictis ma anche le limitrofe Giaracà, Lanza, piazza Cesare Battisti e via del Mercato con sospensione dalle 14 alle 15 per consentire la pulizia giornaliera. Un’apposita ordinanza dispone la chiusura al traffico e il divieto di sosta esteso proprio fino alle 24.

Lo storico mercato di Ortigia che il celebre giornale inglese The Guardian descriveva come un luogo suggestivo e stranamente nostalgico, è dunque una tappa obbligatoria per tutti coloro che hanno voglia di venire in Sicilia a Siracusa e farsi travolgere da un luogo affascinante ed unico dove i cittadini e i turisti potranno sentire gli odori, i sapori e vedere i tanti colori del mercato che rimarrà aperto anche durante le calde sere d’estate fino al prossimo 30 settembre.

Il Mercato dunque diventerà un luogo d’incontro per tutti dove potersi fermare a degustare e vedere prodotti tipici dalla frutta al pescato giornaliero ai formaggi o magari semplicemente per fare la spesa sotto le stelle.

 

 

 

La top ten delle spiagge di Siracusa

Mar 21

Spiagge a SiracusaCon la primavera la voglia di uscire e di stare all’aperto si fa sentire sempre più e con lei, la voglia di vacanza e viaggiare, che vede in molti già sfogliare i cataloghi estate 2015, alla ricerca della meta perfetta; meta perfetta, che bando alle numerose ed affascinante mete oltre i confini del Belpaese, può essere ricercata tra le bellezze nostrane, con un occhio di riguardo al portafoglio. Ebbene si, perchè il nostro paese vanta location davvero affascinanti ma spesso sottovalutate, come ad esempio la misteriosa e fascinosa Siracusa, ove l’arte e la storia la fanno da padrone, assieme ad una natura dalla bellezza senza eguali, con spiagge bellissime di finissima sabbia bianca e costiere che si susseguono, lasciandosi bagnare da acque cristalline. Read more »

Indonesia parte seconda

Dic 01

BaliSi è detto molto su Bali – che la gente è ospitale e sempre pronta a regalare un sorriso,che la spiritualità pervade ogni momento di vita quotidiana, che la natura è sovrana- e si è molto parlato delle sue spiagge da sogno. E non si tratta solo di luoghi comuni: basta visionare il complesso archeologico di Pura Gunung Kawi, non lontano da Ubud, o il tempio di Pura Besakih, e trascorrere qualche ora sulla sabbia di Kuta Beach (gettonata dai surfisti), per lasciarsi pervadere dallo spirito più autentico dell’isola. Il volto più green e selvaggio dell’arcipelago è, invece,dominante a Sulawesi, con le sue rigogliose foreste in cui vivono specie animali uniche al mondo, molte ancora da studiare – e a Sumatra, dove si alternano distese di mangrovie, foreste pluviali e giungla.